I diritti del lettore del mio blog

1. Il diritto di leggere i miei post
2. Il diritto di non leggere i miei post
3. Il diritto di rileggere i miei post
4. Il diritto di leggere a voce alta i miei post
5. Il diritto di leggere a voce bassa i miei post
6. Il diritto di divulgare il contenuto dei miei post
7. Il diritto a farvi gli affari miei
8. Il diritto di essere d'accordo con me
9. Il diritto di non essere d'accordo con me
10. Il diritto di stare zitti

(Tributo a D. Pennac)



lunedì 15 dicembre 2008

Analogie

Non molto tempo fa, portai Dodò, il bimbo che vedete anche nella slideshow in alto a destra, in un negozio di giocattoli. 

Aveva non più di tre anni.

Eravamo andati lì per comprare un regalo a Peppe e Dodò sapeva bene che non avremmo comprato niente per lui esattamente come io sapevo che alla fine sarei tornata piena di giocattoli per l'uno e per l'altro.
Guardammo tutto il negozio, scegliemmo con cura il regalo possibile, mi consigliò e non fece nemmeno un capriccio.
Per premiarlo di così tanta pazienza e maturità inaspettata, gli chiesi se desiderasse qualcosa.
Lui mi rispose: "Una ruppa piccola piccola, così!" e mimò il gesto con indice e pollice di un giocattolino piccolissimo.

Potrete immaginare perchè decisi di comprargli la ruspa più grande che il negozio avesse a disposizione.

Qualche sera fa, mentre chiacchieravo e prendevo in giro il mio patato, ammisi di non avere la più pallida idea di cosa regalargli per Natale.

La sua risposta fu: "Amore, vorrei che il mio regalo di questo Natale fosse una cosa per te, qualcosa che tu non compreresti mai ma che desideri da tanto tempo. Vederti felice è il regalo più bello che tu mi possa fare".

A voi le conclusioni.

2 commenti:

Patato ha detto...

Noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo cosa ho fatto!!! Non volevo!! Non volevo!! Patata non spendere soldi inutilmente!! Ti prego... allora facciamo cosi'! Voglio una ruppa grande grande! Anzi, voglio una ruppa vera! Quelle che disboscano l'amazzonia!

La Papera Del Lago ha detto...

Ma tu la disboschi tutte le notti l'Amazzonia!
Con quel motosega (o quella ruspa!) che ti ritrovi tra naso e gola io partecipo attivamente tutte le notti alla perdita dei polmoni della Terra.
Ti amo!