I diritti del lettore del mio blog

1. Il diritto di leggere i miei post
2. Il diritto di non leggere i miei post
3. Il diritto di rileggere i miei post
4. Il diritto di leggere a voce alta i miei post
5. Il diritto di leggere a voce bassa i miei post
6. Il diritto di divulgare il contenuto dei miei post
7. Il diritto a farvi gli affari miei
8. Il diritto di essere d'accordo con me
9. Il diritto di non essere d'accordo con me
10. Il diritto di stare zitti

(Tributo a D. Pennac)



venerdì 20 giugno 2008

Potremmo...



Oggi potremmo parlare dei clamorosi errori nelle tracce dell'esame di Stato. Una poesia di Montale erroneamente indicata come riferita ad una donna invece che ad un ballerino russo, ops! Oppure il testo in lingua inglese per gli Istituti per il Turismo pieno zeppo di errori grammaticali, verbi non accordati, il genitivo sassone come optional e un senso generale da far ridere i polli.

Potremmo parlare del decreto "salva premier" o "salva processi", il ddl Lodo-bis "per sospendere ogni (eventuale) processo contro le 5 prime cariche dello Stato: Capo dello Stato, premier, presidenti di Camera, Senato e Corte Costituzionale. L'immunità (cui l'interessato potrà comunque rinunciare) potrebbe essere accordata anche a tutti i membri della Consulta e ai ministri. Provvedimento ordinario, non costituzionale. E che dovrà cambiare nell'impostazione quanto basta per non ricadere negli stessi errori dell'originario Lodo Schifani bocciato dalla Corte Costituzionale. Se andasse in porto (e ne restasse il tempo), il governo potrebbe pure soprassedere sull'emendamento che l'opposizione ha ribattezzato salvapremier perché avrebbe effetti sul Berlusconi-Mills". (Corriere della Sera, 20 giugno 2008)
Peccato che i programmini di Maria De Filippi siano finiti...Non c'è qualcos'altro per continuare a non interessarci di queste cose? Ah, forse "Veline" che è proprio subito dopo il tg5...

Potremmo parlare del patto tra le ragazze di un liceo di Glouchester nel Massachussets: più di 150 ragazze di età compresa tra i 15 e 17 anni si sono recate nel corso di tutto l'anno scolastico presso l'infermeria della scuola per effettuare un test di gravidanza. Per 17 di queste è risultato positivo mentre le restanti sono andate via deluse e amareggiate. Scopri scopri, le intelligentone si erano messe d'accordo per fare un figlio in modo da avere "amore incondizionato e per allevarli insieme, senza sposarsi". "Uno dei padri è un minorenne, un altro è un senza tetto di 24 anni, un altro è un poco di buono". (Repubblica, 20 giugno 2008)
Venghino, siori, vengono..L'importante è che tu, caro maschietto, abbia tutte le carte in regola!

Potremmo parlare del sondaggio online condotto da Mindset Media in collaborazione con Nielsen secondo il quale i primi ad adottare l’ultima novità tecnologica, i tecnofili, sono "arroganti, con un’alta propensione alla leadership e un atteggiamento ai confini con il dittatoriale". E cosi viene confermato tutto quello che pensavo riguardo all'ingegnere informatico che mi ciabatta per casa in mutande e Crocks il quale possiede tutti i ritrovati della tecnologia, da un computer di 300 grammi, uno con tante "eeeeeee" per nome, alla reflex che presa un anno fa ormai è da cambiare, all'acquisto del sacco a pelo per andare la notte del 10 luglio a dormire davanti all'Apple store (l'11 esce l'I-Phone 3G) ecc.

Potremmo anche parlare dei risultati della nuova ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Pnas, secondo i quali il cervello degli uomini gay assomiglia esattamente al cervello delle donne (ovvero è assolutamente simmetrico) mentre quello delle donne omosessuali è esattamente identico a quello degli uomini (ovvero leggermente asimmetrico, con l’emisfero di destra lievemente più largo di quello di sinistra...Credo che l'emisfero di destra sia quello dove risiedono i neuroni del sesso e del calcio o...Delle novità tecnologiche!).
Si riapre così il dibattito fra chi sostiene che l’omosessualità è una questione puramente biologica e chi invece la interpreta come il prodotto di un condizionamento ambientale, sociale e culturale.
Io l'ho sempre saputo: perchè, secondo voi, quando gioco con la wii con il mio amico (ho un amico in comune con la Tatangelo) siamo tutte e due franosi, del tipo che lasciamo tutti i palloncini colorati perchè non riusciamo a spararli, che facciamo un sacco di incidenti con le mucche perchè non capiamo quando girare, che a bowling siamo talmente disastrosi che i controller ogni tanto si spengono...

Insomma, potremmo parlare di tutto questo....
E invece non parleremo proprio di niente...

2 commenti:

andrea ha detto...

A volte la voglia di parlare è così forte che ci lascia in silenzio!
Complimenti per il blog, ciao.

La Papera Del Lago ha detto...

Grazie Andrea!
Ripassa quando vuoi!!!